A Carnevale ogni Berlingozzo vale, al bar, in gastronomia, al forno e anche al ristorante

Sarà l’effetto del Carnevale ma in questo periodo quanto si offre al bar o al ristorante, sembra piacere di più se la pietanza è semplice e genuina. Per esempio, i più classici dolci di Carnevale. Le vetrine dei bar si riempiono di schiacciate alla fiorentina, di frappe o cenci come si chiamano in Toscana, di frittelle e ciambelline fritte. Le gastronomie e le osterie più attaccate alla tradizione, rispolverano ricette tenute nel cassetto tutto l’anno come le budella o la fagiolata.

C’è voglia di tradizione e di ricette di una volta. Per questo il berlingaccio o anche detto berlingozzo, è un dolce assolutamente da riproporre in questa stagione dell’anno. A colazione al bar, nella vetrina della gastronomia o del forno per chi si ferma la mattina a comprare il pane e trova appena sfornata la ciambella al limone morbida e profumata di agrume. Anche nell’agriturismo che propone ingredienti semplici e prodotti raccolti freschi in giornata, è ideale per il dopo pasto. E per il ristorante che si fregia di preparare piatti della cucina casalinga, il berlingaccio a Carnevale non può mancare tra i dolci della casa. Magari presentato sotto una bella campana di vetro a ricordare ancora di più la preparazione casalinga e dove si conserva bene per almeno 4 giorni. Ecco la ricetta originale in una versione che tiene conto di chi ha intolleranze e di chi ama anche le versioni più leggere o “alternative”.

 

 

Ingredienti:

  • Farina tipo 00: 350 grammi (per chi desidera una farina con caratteristiche nutrizionali più spiccate, la farina di tipo 1ha un maggior quantitativo di crusca e germe di grano ed è una via di mezzo fra la farina bianca e quella integrale)
  • Uova: 2 intere+2 tuorli
  • Zucchero: 180 grammi
  • Limone: 1 (o a piacere, anche un’arancia)
  • Burro: 100 grammi (Per chi desidera una versione più light: sostituire il burro con 100 ml di olio di semi di girasole che fra l’altro rende il dolce ancora più morbido)
  • Latte intero: 100 ml (Per chi soffre di intolleranze: al posto del latte intero, utilizzate il latte di soia o di riso oppure per eliminare il lattosio potete sostituire il latte con l’acqua). Per una versione ancora più soffice, sostituite al latte un vasetto di yogurt.
  • Lievito in polvere: 1 bustina
  • Sale: q.b.
  • Zucchero a velo: q.b.

 

Preparazione:

Mettete lo zucchero e le uova insieme nella planetaria e lavorateli per almeno 10 minuti, aggiungete il burro fuso e raffreddato, grattugiate la scorza di limone, versate la farina e per ultimo il lievito setacciati e un pizzico di sale. A seguire il latte poco per volta mentre la planetaria continua a impastare. Versate il composto in uno stampo per ciambella, imburrato preventivamente, e infornate a 180° per 40 minuti. Solo quando tiepido è pronto in un vassoio, potete cospargere il berlingaccio con lo zucchero a velo. A Carnevale piace guarnito anche con lo zucchero colorato per dolci a granella.

per vedere ulteriori prodotti correlati effettua la registrazione!